22 novembre – 6 dicembre 2014

Gallery SB.ART, Torino

Dalla scomparsa nel 2010 del Maestro del Cielo, otto opere per una “grande” mostra che comunque riesce appieno in uno dei suoi intenti: rappresentare il lungo perso di Carena nel suo fare arte, creare curiosità, una mostra che ha valore soprattutto come misurazione culturale per farci meditare quanto “il trascorso” sia ancora attuale e decisamente innovativo. Perché l’arte come la vita è un continuo relazionarsi con se stessi e gli altri.

È tempo di sgabbiarsi dallo zoo massmediatico
Schermi delle mie brame